lunedì 18 agosto 2008

Video shok dell'incidente sulla A4

http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/videodallarete/video90.shtml

Irrompe nudo nel convento delle suore: "Sono Gesù e sono tornato da voi"

L’uomo, 45 anni, è entrato nella chiesa delle clarisse e si è spogliato di fronte alle suore dichiarando di essere Gesù. In manette.
Fermo, 12 agosto 2008- Si è introdotto nel convento delle monache di clausura cappuccine passando per la porta destinata alle offerte e poi, completamente nudo, ha fatto irruzione nella chiesetta affermando di essere Gesù Cristo.
L’imbarazzante episodio si è verificato ieri mattina nel convento delle cappuccine situato nella centralissima via Leopardi. Erano circa le nove quando W.O. un 45 enne di Fermo, si è presentato come mamma l’ha fatto all’interno della cappellina. L’uomo, probabilmente in preda ad un delirio mistico, ha più volte dichiarato di essere Gesù e, dopo essersi spogliato di ogni indumento, si è diretto verso l’altare.
Facile immaginare lo scompiglio provocato dal blitz del sedicente messia tra le suore presenti in convento che, terrorizzate, hanno cercato di sfuggire alla discutibile ‘purificazione’ offerta da quell’uomo. "E’ il demonio, è il demonio". Hanno urlato alcune di loro che, presumibilmente, non hanno creduto alla storia del novello 'Cristo nudo'.
Le grida hanno attirato l’attenzione di un passante che, entrato nella cappellina, si è trovato di fronte all’imbarazzante scenetta: da una parte le monache che scappavano da tutte le parti, dall’altra il sedicente Gesù, in costume adamitico, che continuava imperterrito a sostare sull’altare mostrando i suoi attributi come se niente fosse. A quel punto il passante ha allertato il 113. Sono subito intervenuti gli agenti della polizia di Fermo che, però, quando sono giunti sul posto non hanno più trovato l’uomo che aveva fatto irruzione nel convento.
Sono scattate immediatamente la ricerche e il sedicente messia è stato bloccato poco distante, nei pressi della centrale piazza del Popolo. Infatti W.O., nel frattempo, si era rivestito, e in tutta tranquillità, si era recato a fare una passeggiata. Per lui sono scattate le manette e la denuncia per atti osceni in luogo pubblico.